Il commissario europeo Phil Hogan rassicura su Brexit, USA e semplificazione

Arrivano direttamente dal commissario europeo per l’agricoltura e lo sviluppo rurale Phil Hogan rassicurazioni su eventuali dazi americani e sul delicato processo che porterà la Gran Bretagna fuori dall’Europea. «Con il Regno Unito c’è un legame molto forte – ha spiegato Hogan a proposito della Brexit- . Una loro legge impone che il 40% dei prodotti venga importato, quindi da questo punto di vista non vedo problemi per il futuro. Inoltre sono fiducioso si possa arrivare, a breve, ad una sorta di accordo di libero scambio che porterebbe benefici reciproci».

Alcune parole sono poi state spese a proposito del fronte americano e della nota possibilità espressa dal presidente americano Donald Trump di imporre dazi sui prodotti provenienti dall’Europa: «I cittadini americani hanno dimostrato e dimostrano di voler prodotti agro-alimentari di qualità, come dimostra il +11% di esportazioni nel 2016 – ha considerato Hogan -. Spero che Trump, che ha fatto la propria scelta, non imponga dazi troppo elevati. Ma anche nel resto del mondo vogliamo continuare a crescere. L’anno passato sono stato in Cina, Messico, Colombia e prossimamente mi recherò in Arabia Saudita e Iran, accompagnato da prodotti e produttori di qualità. L’Ue quest’anno metterà a disposizione 130 milioni di euro per spingere i propri paesi a promuovere i loro prodotti».

Il commissario europeo ha anche espresso l’intenzione di voler continuare sul versante della semplificazione, parlando di «un processo che continuerà per molti anni ancora» e portando come esempio «quello che riguarda i sussidi erogati dagli enti pagatori: ho proposto che prima che la domanda venga presentata dagli agricoltori, si effettui un controllo preliminare in modo da eliminare gli eventuali piccoli errori che impediscono l’erogazione del sussidio e le possibili sanzioni che ne deriverebbero».