Catellani (Veronesi Mangimi): «Ecco dove va la ricerca. Impossibile mancare alle Zootecniche di Cremona, punto di riferimento»

Veronesi è fra gli espositori delle Fiere Zootecniche 2017. Abbiamo parlato con Armando Catellani, direttore vendite, sugli ultimi orientamenti del protagonista sempre piu presente, con la propria gamma di mangimi, nel settore dell’alimentazione zootecnica e produzione delle carni.

Veronesi punta molto sul miglioramento del proprio prodotto: in che direzione si sta orientando la ricerca?

«Cerchiamo di massimizzare le nostre caratteristiche principali, quelle che ci hanno contraddistinto: maggior costanza possibile e specifiche nutrizionali richieste dagli allevatori, il tutto nel rispetto dei disciplinari di produzione. Non c’è una mera ricerca di nuovi prodotti, ma di prodotti che possano massimizzare le performance degli animali nel rispetto dei controlli di qualità».

Trovate che l’attenzione per il benessere animale passi anche per il mangime?

«Non pensiamo ci sia una correlazione diretta fra i due aspetti, le uniche condizioni che possono destabilizzare il benessere animale sono le micotossine e i fattori antinutrizionali. Il benessere animale in generale è più influenzato forse dal management allevatoriale. Nei nostri allevamenti facciamo continuamente prove volte comunque anche all’attenzione per il benessere animale e in relazione all’antibiotic-free. Questo ha una correlazione più diretta con l’alimentazione, anche se non al 100% ma molto dipendente dal management. Tutti i nostri animali oggi sono antibiotc-free, se i tempi di sospensione sono rispettati. Per noi è un compito già assolto, ma il mercato oggi chiede qualcosa di più, una ricerca di riduzione per quanto possibile dei medicinali che rappresentano comunque un costo importante. Questo è quello che stiamo facendo per il futuro».

Perché avete scelto di partecipare alle Fiere Zootecnche di Cremona?

«Essendo uno dei player più importanti del mercato zootecnico, non potevamo mancare in una Fiera Zootecnica così rilevante, un punto di riferimento».