Arproma sarà presente alle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona

SONY DSC

Arproma – Associazione Revisori Produttori Macchine Agricole nasce nel 1992: le attività dei primi anni futono prevalentemente rivolte all’analisi di un settore che entrava in una fase di importante cambiamento. Più di recente attraverso un accordo con Confartigianato Imprese Cuneo, Arproma – l’associazione più rappresentativa del comparto delle piccole e medie imprese sul territorio – è diventata il soggetto di riferimento per il comparto della maccanizzazione agricola e dell’intero sistema Confartigianato. Questo ha permesso alla stessa associazione di entrare a far parte dell’ENAMA – Ente Nazionale per la Meccaniccazione Agricola. Oggi Arproma si conferma una solida realtà, attenta ai mutamenti del mercato globale, pronta ad affiancare i suoi associati attravers una forte rappresentanza politico-sindacale e con servizi moderni ed efficienti. Arproma sarà presente alle prossime Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona. Ne abbiamo parlato con Luca Crosetto, presidente di Arproma.

Presidente Crosetto, può presentarci sinteticamente l’Associazione Revisori Produttori Macchine Agricole?

«Arproma è una associazione di costruttori di macchine agricole che oggi ha una qualifica di nazionale. Integrata al mondo di Confartigianato rappresenta il mondo della macchine agricole: è ramificata con dei soci nel nord Italia e ha festeggiato i 20 anni di costituzione. Sempre di più ultimamente sta supportando i soci da un punto di vista legato alle fiere e all’internazionalizzazione. Ci rivolgiamo a quel tipo di imprese che rappresentano il mondo di Confartigianato, cioè piccole e medie imprese che all’interno del settore delle macchine delle macchine agricole costituiscono la gran parte dei construttori. Solo in Piemonte abbiamo cica 200 costruttori di macchine agricole con un indotto che sfiora i 5.000-5.500 addetti. Numeri di tutto rispetto anche se parliamo di piccole aziende».

Perché avete scelto di essere presenti alle Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona?

«Abbiamo aperto un dialgo con CremonaFiere per supportare i nostri soci sia da un punto di vista economico, sia per dare maggiore visibilità a queste imprese, per esempio integrandole al progetto che CremonaFiere ha sull’internazionalizzazione e trovando il mondo di pubblicizzare al meglio anche fra di noi quelli che possono essere occasioni di sviluppo».