immagine non disponibile

La trasformazione come valore aggiunto nella filiera del latte

Arrow
Arrow
Slider

La parola a chi ha vissuto la fiera

Clicca qui

Vuoi più dettagli? Scarica i documenti

Clicca qui

PERCHE' PARTECIPARE

La trasformazione del latte in azienda offre un ampio ventaglio di opportunità e vive una fase di costante evoluzione. Per questo Expocasearia è un Salone in continua crescita, che punta i riflettori sulle attrezzature e sui sistemi di produzione e commercializzazione dei derivati del latte (formaggi, ma anche yogurt e gelati). Expocasearia è uno strumento indispensabile per chi vuole sfruttare le nuove modalità esistenti per aumentare il reddito aziendale.

COSA SI TROVA

L’area espositiva conta ogni anno oltre 100 aziende che propongono il meglio delle tecnologie per la piccola trasformazione, che sempre più si rivela un valore aggiunto per la filiera del latte. Tra i numerosi macchinari esposti spiccano i minicaseifici, protagonisti di un trend in continua crescita che si sta allargando anche alla ristorazione: locali attrezzati con piccoli laboratori di produzione hanno aperto ormai in tutta Italia. A Expocasearia si trovano:

  • Macchinari e strumenti per la lavorazione di latte e formaggi
  • Packaging
  • Ingredienti
  • Sistemi di analisi e controllo
  • Mungitrici
  • Frigoriferi
  • Soluzioni per il trasporto
  • Modalità di distribuzione
  • Programmi di igiene, controllo qualità, microbiologia
  • Linee complete
  • Gestione dello smaltimento
  • Certificazione della qualità
  • Servizi di consulenza
  • Centri di formazione
  • Editoria
  • Enti e istituzioni

GLI EVENTI E LE AREE SPECIALI TEMATICHE

Accanto alla sezione espositiva, Expocasearia propone ogni anno un programma di workshop e seminari mirati. Come realizzare un mini caseificio? Quanto costa? Cosa può produrre? Quanto rende? A chi conviene? Queste sono le domande più frequenti delle aziende agricole (e dei ristoranti) che percepiscono le potenzialità del settore e vogliono esserne protagoniste. Per entrare in un comparto così dinamico è necessario infatti uno specifico know how su:

  • normativa,
  • gestione
  • costi
  • mercato e scenari futuri

Expocasearia è il posto ideale per mettere a disposizione delle aziende agricole queste conoscenze.

Inoltre la manifestazione propone dimostrazioni di pratica lattiero-casearia dedicate agli allevatori e anche ai privati cittadini all’interno dell’area tematica denominata Milk Village.

MILK VILLAGE – Presente per il terzo anno consecutivo alle Fiere Zootecniche, è un’area speciale focalizzata sulle innovazioni tecniche e tecnologiche nel settore lattiero-caseario con nuovi spunti proposti agli operatori professionali per sviluppare nuovi business. Il Milk Village ospita uno spazio espositivo dove è possibile scoprire le soluzioni e i sistemi più innovativi della filiera del latte con un programma di workshop e dimostrazioni pratiche sui temi più attuali del settore realizzati grazie al contributo scientifico delle più qualificate associazioni, istituzioni e centri di ricerca. Tra le partnership più recenti figura quella stretta con il CREA-FLC di Lodi, che si occupa della filiera lattiero-casearia, in particolare della bovina da latte, con riferimento ai sistemi foraggero-zootecnici, alle tecniche di allevamento ed ai loro effetti sulla fisiologia e benessere animali, all’incremento della qualità e sicurezza del latte e derivati, ai processi di trasformazione ed alla valorizzazione dei sottoprodotti e dei microrganismi dell’industria casearia.

PERCHE' ALL'INTERNO DELLE FIERE ZOOTECNICHE

Le Fiere Zootecniche Internazionali di Cremona sono la sola manifestazione agro-zootecnica in Italia e una tra le più importanti al mondo. Nel 2016 le Fiere Zootecniche Internazionali hanno visto la partecipazione di:

60.420

visitatori professionali

45% 

degli operatori che hanno visitato la manifestazione sono titolari d’azienda

3.800

visitatori provenienti dall’estero, per l’esattezza da 43 Paesi dei cinque continenti

Questo significa che la Fiera Internazionale del Bovino da Latte è il posto ideale per incontrare i leader del settore e i decisori delle più grandi aziende italiane del comparto

PERCHE' A CREMONA

La Fiera Internazionale del Bovino da Latte si svolge nella zona con la più alta concentrazione di grandi allevamenti e di industrie per la trasformazione. Cremona è al centro del sistema agro-zootecnico più importante d’Europa, in grado di produrre il 23% dei bovini da latte italiani e il del 44% del latte italiano e la cui produttività in ambito agroindustriale ha raggiunto il valore di 13,8 miliardi di euro (16,8% del totale italiano).

Inoltre Cremonafiere interpreta il mercato e collabora sia con le principali istituzioni e realtà del settore, oltre che con gli espositori, per dare risposte concrete e soluzioni efficaci agli operatori del settore.

GLI SCENARI DI SETTORE

Oggi in Italia sono attivi quasi 4mila mini caseifici e la diffusione di questa tecnologia è in continua crescita. Il potenziale è enorme, soprattutto se si considera anche la produzione di latte ovino, caprino e bufalino, oltre che vaccino. L’Italia, per esempio, è leader mondiale nell’export di formaggi pecorini e detiene il 40% delle quote di mercato, e questi numeri continuano a salire. Stesso discorso per i formaggi bufalini e caprini. Alcune produzioni d’eccellenza e di nicchia, inoltre, vengono tenute in vita proprio grazie ai mini caseifici delle aziende agricole, che sempre più spesso guardano anche a selezionati mercati esteri. Oggi nel nostro Paese sono attivi oltre 34.000 allevamenti da latte, con una produzione concentrata in Pianura Padana. Se si pensa a questi numeri, è chiaro che i margini di crescita sono molto ampi.